Difficile dire quale sia meglio scegliere fra le due categorie. Dipenderà principalmente dalle proprie esigenze personali. Tenendo inoltre presente che anche le Cargo Bike si stanno diffondendo molto velocemente nelle città.

Ne parliamo brevemente qui.

Il seggiolino è l’emblema della semplicità. E’ economico, facile da montare ed è probabilmente la scelta ideale se la necessità di trasporto è per brevi tragitti e soprattutto in città.

 

 

Sempre meglio scegliere un seggiolino di alta qualità (che spesso si traduce in maggiore sicurezza) e certamente adeguato al peso del bambino.
Noi ad esempio siamo rivenditori del marchio BoBike e Thule, entrambi brand che mettono qualità e sicurezza al primo posto, ma anche con un occhio attento al design.

Si può già iniziare a trasportare i bimbi su un seggiolino a partire dagli 8-9 mesi, essendo certi che i piccoli siano già nella situazione di poter ben sostenere il peso della testa con il collo.
Per i più piccoli il primo seggiolino probabilmente sarà anteriore, da installare nella zona del manubrio, prevedendo poi di pedalare in bici con il bimbo in mezzo alle proprie braccia. Dopo alcuni mesi si potrà passare ad un seggiolino posteriore se lo si vorrà. Utile magari per migliorare il bilanciamento dei pesi in bicicletta e per semplificare salita e discesa dei bimbi una volta che la bici sarà sul cavalletto.

In genere i seggiolini anteriori sono indicati fino ai 3 anni oppure 15kg di peso, mentre quelli posteriori sono generalmente indicati fino ai 6 anni o 20-25 kg di peso.

 

Un seggiolino posteriore solitamente si installa sulla bicicletta in due modi. Direttamente sopra un portapacchi posteriore, che è il modo più veloce e semplice, però verificate sempre che il vostro portapacchi riesca a sostenere un peso adeguato. Oppure tramite un supporto da fissare al telaio, in genere al tubo verticale. Sempre che la forma del telaio lo possa prevedere.
Quest’ultimo avrebbe il vantaggio di garantire maggiore comfort al piccolo, grazie alla flessibilità del supporto che smorzerebbe i colpi ricevuti per via delle asperità della strada.

Se usate il seggiolino su più biciclette, potreste dotarvi di un attacco a telaio aggiuntivo, così che il passaggio da una bici all’altra possa essere semplice e veloce.

Quando però i tragitti si allungano, non sempre un seggiolino riesce a coprire tutte le esigenze di trasporto.
Per fare un esempio emblematico, su un lungo percorso, non è raro che un bambino si addormenti sul seggiolino, e la cosa potrebbe dare qualche grattacapo.
Per fare un’altro esempio, una volta arrivati a destinazione con la proprio bicicletta, potrebbe essere utile avere con se un passeggino per il proprio bimbo, e un carrellino offrirebbe anche questo vantaggio, oltre a far riposare in tutta serenità il vostro bimbo senza che si torca il collo con la testa a penzoloni.

Abbiamo parlato in modo più approfondito dei carrellini Thule Chariot in questo articolo se volete approfondire l’argomento.

 

carrellino bici thule

Per semplificare potremmo dire che un carrellino è sempre da preferire se si fanno percorsi abbastanza lunghi in bici, sia in città che fuori.
Sicuramente un carrellino ha un costo maggiore e un ingombro che magari può intimorire qualcuno, ma serve davvero poca pratica per sentirsi a proprio agio nel trainarlo.

Molti poi credono che il bambino si possa trovare in una situazione poco sicura, ma in realtà è più vero il contrario. Basti pensare che se noi dovessimo cadere in bicicletta, la stessa sorte non toccherebbe al carrellino e al suo prezioso contenuto. Il bambino all’interno di un Thule Chariot è protetto da una struttura metallica solida e legato con una cinture di sicurezza a cinque punti.

 

carrellino bici thule

 

Ad ogni modo, consentiteci una veloce divagazione…mettete sempre il casco, voi e i vostri bambini. Che sia di qualità e sempre ben regolato e allacciato. Sembra assurdo ma la legge ancora non obbliga all’uso del casco in bicicletta, nemmeno per i bambini più piccoli. Ma che non sia il pretesto per non indossarlo o non farlo indossare. Il casco è fondamentale. Non serve dire altro.

Bene, anche per questo articolo è tutto, se avete piacere ad approfondire il discorso qui alcuni link utili.

E poi ci sono le Cargo… ne parliamo più in dettaglio in questo articolo Guida alle nuove bici cargo

Scegli la lingua di navigazione